leasing finanziario

Il modo migliore per finanziare gli investimenti!

Il leasing finanziario è una forma di finanziamento dove il cliente, a fronte del pagamento di un canone periodico, ha il diritto all’utilizzo di un bene per un tempo prestabilito e ne acquisisce direttamente la proprietà al termine del contratto mediante il pagamento di un riscatto prestabilito.
Attraverso il Leasing Strumentale è possibile acquistare gli strumenti più utili allo sviluppo della attività aziendale, quali macchinari utensili, attrezzature, carrelli, torni e macchine di ogni genere, con formule comode e personalizzate. Possibile anche il Leasing Targato per autovetture, veicoli commerciali e industriali, autocarri, pullman e altri mezzi. Il leasing attraverso il fornitore – Vendor Leasing – consente di fornire un servizio aggiuntivo ai clienti e di accedere al leasing anche per operazioni di importo ridotto con semplicità.


Perchè il Leasing

Meno capitale

Limitato impiego di capitale proprio per l’acquisto del bene in leasing. Possibilità di finanziare l’intero importo anche l’IVA.

Agevolazioni

La maggior parte delle leggi agevolative consentono l’acquisto in leasing finanziario con impegno al riscatto da parte dell’azienda.

Bilancio

Oggi con l’IFRS 16 la rappresentazione in bilancio è uniformata sia tra leasing finanziario che operativo. Il leasing ha comunque un appeal per gli indici di bilancio

Vantaggi Fiscali

La deducibilità dell’investimento avviene in un periodo ridotto di tempo. Ciò consente una detrazione fiscale accellerata rispetto all’acquisto.

Servizi Assicurativi

I beni in leasing sono assicurati con assicurazione full risk, così da cautelare l’investimento da eventi come furto o incendio.

Personalizzazione

Piani finanziari da 24 mesi a 60. Possibilità di prevedere un anticipo anche compensato al fornitore. Pagamento canone mensile, bimestrale o trimestrale.

cosa finanzia

Il leasing o il noleggio può essere  la soluzione che consente di rivolgersi ad una fonte di finanziamento diversa da quelle bancarie tradizionali con vantaggi in termini fiscali e di velocità e semplicità dell’operazione.

Auto

Auto e flotte aziendali di ogni segmento di veicolo e ogni tipologia di alimentazione trovano nel leasing la soluzione ideale. La deducibilità fiscale e la durata minima di un contratto di leasing è il principale beneficio del leasing auto insieme alla possibilità di disporre subito dell’auto con un minimo anticipo tutelando la liquidità aziendale. Al termine della locazione esenzione dall’IPT sul riscatto auto a favore dell’utilizzatore. Rimane dovuta l’IPT per i riscatti a favore di terzi.

Targato

E’ la formula ideale per l’acquisto di veicoli industriali per trasporto merci come autocarri e autoarticolati con rimorchio sia nuovi che usati. Permette di avere in un unico canone un’ampia gamma di servizi aggiuntivi come il pagamento della tassa di circolazione. Iva detraibile e canoni fiscalmente deducibili. Alla chiusura del contratto puoi scegliere se riscattare la proprietà del veicolo o accendere un leasing per un nuovo modello.

Il concetto che sta alla base del leasing, è che ai fini della produzione non è determinante la proprietà dei macchinari ma la loro disponibilità. Al termine della locazione l’utilizzatore/agricoltore può diventare proprietario del bene previo versamento di un prezzo stabilito (riscatto), normalmente pari all’1% del valore di vendita del bene. Oggi la assimilazione del prodotto leasing al credito agrario è previsto dalle principali agevolazioni.

Strumentale

Il leasing strumentale è la migliore soluzione per finanziare l’acquisizione di macchinari, attrezzature, allestimenti, impianti. In questo modo puoi attuare i tuoi piani d’investimento e fare innovazione con un prodotto che si adatta perfettamente alle tue esigenze assicurandoti il finanziamento integrale del bene, con un minimo anticipo, rate personalizzate e il massimo risparmio fiscale.

Frequently asked questions

 Il leasing finanziario presenta sia i vantaggi del finanziamento che quelli del noleggio, in quanto consente di poter disporre di beni senza bisogno di immobilizzare la somma di denaro necessaria per acquistarli.

 Il leasing finanziario presenta sia i vantaggi del finanziamento che quelli del noleggio, in quanto consente di poter disporre di beni senza bisogno di immobilizzare la somma di denaro necessaria per acquistarli. Viene finanziata anche l’iva, presenta tempi più rapidi di istruttoria, dà maggiori garanzie al cliente (la società di leasing controlla la documentazione del bene, esiste un verbale di consegna ecc…)

Rispetto alle forme di finanziamento “tradizionali” (es. mutuo bancario), il leasing: – Presenta tempi di istruttoria rapidi; – Consente di finanziare il costo del bene per intero (IVA compresa); È un servizio estremamente flessibile che può essere “tagliato” sulle diverse esigenze del cliente (molteplici combinazioni sono possibili tra: durata del contratto, periodicità ed importo dei canoni, valore di riscatto del bene, prestazione di servizi aggiuntivi sul bene, quali assistenza, assicurazione, manutenzione ecc.).

Il leasing presenta, rispetto all’acquisto diretto del bene, i seguenti vantaggi fiscali:  permette il frazionamento dell’IVA nei canoni periodici e  può consentire generalmente una deducibilità dei canoni in tempi più breve rispetto all’ammortamento ordinario.

La fungibilità del bene (che misura la possibilità potenziale di ricollocare il bene sul mercato ad un prezzo variabile nel tempo ma tale da garantire il recupero del credito in caso di contenzioso) influenza il rischio associato all’operazione e il conseguente costo. La natura del bene influenza la durata del contratto di leasing in funzione delle norme fiscali per la deducibilità dei canoni leasing sui diversi beni.

  1. il costo del bene finanziato;
  2. la durata del contratto che varia in relazione alla tipologia del bene finanziato e alla normativa fiscale. Di norma è compreso tra 36 e 60 mesi per i beni strumentali;
  3. il numero e l’importo dei canoni a carico del cliente; il canone leasing viene proposto già comprensivo di assicurazione All risk;
  4. la variabilità dei canoni: possono essere o meno indicizzati, ovvero variabili in funzione dell’andamento del costo del danaro o fissi per tutta la durata del contratto di leasing;
  5. l’assoggettazione a IVA in quanto corrispettivo da servizio;
  6. il versamento dell’anticipo che può essere versato al momento della stipula dal cliente a mezzo bonifico bancario oppure in compensazione con il fornitore. Le spese contrattuali verranno addebitate contestualmente al primo canone successivo alla decorrenza. E’ possibile ipotizzare anche operazioni senza anticipo.

Si, il leasing prevede un anticipo che è una percentuale dell’imponibile ed è massimo il 30% – 35%. Non si accettano anticipi superiori perchè sarebbe un eccesso di garanzia. Cio non toglie che il leasing finanziario possa avvenire senza anticipo e quindi a canoni costanti.

Imprese,  Professionisti,  Agenti e rappresentanti,  Associazioni, comunque titolari di partita Iva.

  • Deducibilità fiscale dei canoni secondo la normativa vigente
  • Possibilità di costruire piani di pagamento correlati alle entrate previste
  • Nessun rilascio di garanzie ipotecarie
  • Mantenimento delle ordinarie linee di credito bancario
  • Possibilità di accesso ai contributi pubblici
  • Snellezza e semplicità delle procedure
  • Consulenza per tutta la durata del contratto

Con la Legge di Stabilità 2014 sono state eliminate alcune complicazioni nella gestione del leasing e, soprattutto, è stato sostanzialmente reintrodotto per i nuovi contratti di leasing finanziario il regime fiscale che nei primi anni del 2000 aveva portato il leasing ad essere lo strumento di finanziamento “privilegiato” delle imprese, dei lavoratori autonomi e dei professionisti.

Esempio: su un leasing a 40 mesi su un bene strumentale – di 125mila euro con maxi canone pari al 5%, riscatto pari all’1% alle stesse condizioni rispetto ad un finanziamento bancario rateale consente una maggiore deducibilità per 2.754 euro.

Per i contratti stipulati dal 1° gennaio 2014, a prescindere dalla durata contrattuale prevista, le imprese IFRS e per i lavoratori autonomi possono dedurre i canoni in un periodo non inferiore alla metà del periodo di ammortamento per i beni mobili strumentali.

Per i beni strumentali utilizzati in via esclusiva nell’esercizio dell’impresa, dell’arte o della professione, il canone di leasing è deducibile al 100%.
Per i beni strumentali utilizzati sia nell’esercizio dell’impresa, dell’arte o della professione che per scopo privato da parte dell’utilizzatore, il canone di leasing è deducibile al 50%.

Nella locazione finanziaria il bene rimane di proprietà della società concedente per tutta la durata del contratto, e passa all’utilizzatore solo se quest’ultimo al termine dello stesso esercita l’opzione finale di acquisto (riscatto).

Il contratto di leasing non prevede l’estinzione anticipata ma – in presenza di particolari esigenze – si fà richiesta alla società di Leasing che, predisporrà i conteggi. I fogli informativi e le condizioni generali dei contratti leasing evidenziano questi aspetti.

Si è possibile richiedere il subentro di un terzo nel contratto, la società di Leasing effettuerà istruttoria e concederà o meno la cessione. I servizi sono assoggettati alle spese nei limiti previsti dai fogli informativi ai sensi della legge sulla trasparenza bancaria.

Alla scadenza pattuita, la locazione finanziaria prevede diverse opzioni, e più in particolare:

  • esercitare l’opzione cosiddetta di “riscatto”, per il valore predeterminato ad inizio del contratto
    e nello stesso riportato. E’ la soluzione ideale perchè si ottiene cosi la proprietà del bene con un prezzo pagato generalmente basso. Basta effettuare comunicazione bonifico e riacquistare entro i termini il bene;
  • Il bene può essere restituito alla società di leasing a proprie spese e con bene in buono stato. Ciò comporta un onere maggiore dell’esercizio del riscatto.

L’associazione delle società di leasing Assilea ha racchiuso in questo LINK le domande e le risposte ulteriori.

Se sei una azienda che stà valutando un investimento o sei un fornitori di beni Contattaci.

Il percorso del Leasing finanziario

Pochi passaggi e assistenza continua, il Leasing è un finanziamento che si può ottenere senza mai andare i Banca e con estrema velocità.

1. ISTRUTTORIA E CONTRATTO

Fornire la documentazione dell’azienda e le info necessarie alla valutazione. Sottoscrivere il contratto di Leasing e versare l’eventuale anticipo.

2. CONSEGNA E CANONI

Alla consegna dei beni inizia l’ammortamento del contratto e il pagamento dei canoni di leasing.

Da questo momento entra in vigore l’assicurazione.

3. FINE CONTRATTO E RISCATTO

Alla scadenza del contratto con il pagamento del Riscatto (avviene con bonifico) alla società di Leasing l’azienda riacquista il bene e ne entra in proprietà.

Approfondimenti

Il leasing finanziario è compatibile con le agevolazioni previste dai crediti d'imposta, consente di usufruire delle agevolazioni a partire dalla consegna, consente di pagare canoni annuali parametrati con l'ottenimento dei benefici del credito d'imposta.
Sono in essere diversi crediti per il Sud o per attrezzi 4.0.
Per l'impresa utilizzatrice che imputa a conto economico i canoni di locazione finanziaria, a prescindere dalla durata contrattuale prevista, la deduzione è ammessa per un periodo non inferiore alla metà del periodo di ammortamento
la contabilita' del leasing finanziario
È l’agevolazione del Ministero dello Sviluppo Economico e ha lo scopo di facilitare l’accesso al credito delle imprese , consente un contributo il conto interessi erogato direttamente sul conto corrente. Il leasing è lo strumento maggiormente utilizzato nel caso di Sabatini.
La scelta è soprattutto funzione dell'importo, del tipo di bene e della durata desiderata ma anche del tipo di azienda richiedente, del suo regime fiscale, dell'importo dell'investimento. In genere quello operativo è meglio se sono previsti servizi e a breve durata.