Chi vuole usufruire del credito d’imposta sugli investimenti nel 2020 deve fare particolare attenzione al rispetto di determinate condizioni.

L’indicazione sulla fattura (o sugli altri documenti di acquisto) della disposizione di legge è una di queste condizioni.

In particolare la disciplina delle agevolazioni in commento si trova all’articolo 1 della Legge 160/2019 ai commi:

  • comma 188: beni generici che danno diritto ad un credito d’imposta al 6%;
  • comma 189: beni materiali industria 4.0
  • comma 190: beni immateriali industria 4.0

Pertanto bisogna indicare in fattura l’apposita dicitura “Acquisto per il quale è riconosciuto il credito d’imposta ex art. 1, commi da 184 a 194, Legge n. 160/2019”.

Nel caso di LEASING FINANZIARIO il fornitore già in fase di preventivo comunica alla società di leasing che il cliente intende avvalersi del credito d’imposta per quell’investimento così che la società di leasing emetterà fatture di canoni che saranno emesse a fronte del contratto di locazione finanziaria l’espresso riferimento alle disposizioni dei commi da 184 a 194 con una appendice al contratto.

Spetterà poi all’azienda che usufruisce del credito la conservazione della documentazione circa l’effettivo sostenimento dei costi e la corretta determinazione dei costi e del beneficio.