images (2)

In molti si chiedono se conviene acquistare un bene, un macchinario o uno strumento di lavoro piuttosto che noleggiarlo. A differenza del Leasing  finanziario, il leasing operativo funziona in maniera differente. In primis l’utente finale al termine del noleggio non riacquisterà il bene dalla società di leasing, con cui avrà a che fare solo per i pagamenti, ma direttamente da chi ha proposto il noleggio (chi vende per intenderci)

Vantaggio N.1 : sappiamo a chi rivolgerci per qualunque problema.

Il contratto è tendenzialmente a canoni fissi. Sussistono semmai “indicizzazioni” di tipo tecnico (per esempio al numero di copie prodotte per le fotocopiatrici o ai Km percorsi per le auto). Sono previste opzioni di rinnovo con canoni ridotti oltre il primo periodo di locazione (in genere irrevocabili) , ma si può anche concordare con il fornitore un prezzo di acquisto finale. Nei canoni possono essere inclusi servizi, una estensione di garanzia, in genere gestiti tramite accordi con fornitori o provider esterni. E’ sempre presente ed inclusa nel canone l’assicurazione sui beni locati (di norma di tipo “ALL RISKS”).

Vantaggio N.2 : semplicità e convenienza fiscale.

Cosa ancor più gradita permette al professionista di ottenere alcuni sgravi fiscali non indifferenti.  Partiamo dal presupposto che l’acquisto di un qualunque strumento dal valore superiore ai 426€ al netto d’Iva, presuppone un ammortamento, poiché questo tipo di acquisti sono classificati dal fisco come beni pluriennali.  Il Leasing operativo (o noleggio operativo) permette innanzitutto un ammortamento fiscale in un arco di tempo equivalente alla durata del leasing stesso. Quindi se ipotizziamo di acquistare uno strumento dal valore di 60.000€, noleggiandolo per 4 anni, attraverso questo strumento finanziario riusciremmo a “scaricare” il 25% dell’importo per ogni anno, per 4 anni. Si riesce a scaricare mese per mese la rata per intero, comprensiva di interessi. Per l’intera durata del noleggio, nel nostro libro dei cespiti ci ritroveremo l’intero importo del bene: 60.000€, ma alla fine dei 4 anni ipotetici quella somma scomparirà e verrà sostituita dall’ammontare del riscatto. In questo caso non ci ritroveremo a pagare studi di settore di un bene che costa 100, ma di un bene che costa 10.

Il leasing operativo permette di dedurre i canoni ai fini IRES senza obblighi derivanti dalla durata minima fiscale del contratto prevista dal T.U.I.R.Permette di dedurre totalmente i canoni ai fini IRAP, senza distinzione tra capitale ed interessi.La quota interessi implicita nel canone (non scomponibile come quello di locazione finanziaria in quanto “servizio” e non “finanziamento”) non fa cumulo a fini IRES (interessi indeducibili oltre il 30% del MOL).Il bene utilizzato non è per il cliente un “asset”, e quindi averlo fuori stato patrimoniale riduce il livello di immobilizzazioni. Conviene spesso quindi sottoscrivere contratti di leasing operativo ad una durata inferiore a quella fiscalmente ammortizzabile cosi da ottenere un maggior beneficio fiscale.

Vantaggio N.3 : meno burocrazia.

Il leasing operativo semplifica la gestione amministrativa (meno fatture, no ammortamenti e registro cespiti). In più semplifica la gestione dei servizi accessori: assicurazione, manutenzione ed eventuali materiali consumabili possono essere inclusi nei canoni. Aiuta nella pianificazione, trasformando investimenti in costi di conto economico. Al termine rende possibile la restituzione del bene al fornitore evitando costi e obblighi di smaltimento.